domenica 30 giugno 2013

Quante "scadenze in arrivo".



 Secondo l’Ufficio Studi della CGIA di Mestre, a novembre scatteranno ben 11 scadenze di fine anno:
1) Versamento ritenute IRPEF dipendenti e collaboratori.
2) Versamento contributi assistenziali dipendenti e collaboratori.
3)Versamento III° rata contributi INPS su minimale per commercianti ed artigiani.
4) Versamento liquidazione IVA del mese precedente.
5) Elenchi INTRASTAT contribuenti tenuti alla liquidazione mensile.
6) Versamento seconda o unica rata acconto IRPEF, IRAP, INPS; artigiani e commercianti eccedenti il minimale.
7) Soggetti IRES: versamento seconda o unica rata acconto IRES, IRAP.
8) Comunicazione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati contenuti nelle Dichiarazioni di Intento relative agli acquisti o prestazioni confluiti nella liquidazione IVA.
9) Presentazione all’INPS del modello UNIEMENS da parte del datore di lavoro.
10) Comunicazione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi alle operazioni IVA con operatori economici con sedi in Paesi a fiscalità privilegiata; Invio mensile relativo al  mese precedente.
11) Minusvalenze di ammontare superiore a 50.000 €, derivanti da operazioni su azioni o altri titoli negoziati:Comunicazione all’Agenzia delle Entrate.
                                 _________

Tra novembre e dicembre 2013, ben 24 scadenze per le aziende.

venerdì 28 giugno 2013

M5S, lascia anche la senatrice Anitori: “E’ un partito personale” - Il Fatto Quotidiano

M5S, lascia anche la senatrice Anitori: “E’ un partito personale” - Il Fatto Quotidiano

In Italia i manager più pagati d’Europa: inglesi, francesi e tedeschi sono più poveri - Il Fatto Quotidiano

In Italia i manager più pagati d’Europa: inglesi, francesi e tedeschi sono più poveri - Il Fatto Quotidiano

Ricordando un campione:Stefano BORGONOVO.


Desidero ricordare un grande calciatore ed un grande uomo che ci ha lasciato: Stefano Borgonovo.
Grazie per il Tuo impegno sociale e civile, Ti ricorderò sempre con affetto.

Rinunciare agli F35...




 Una tesi che non mi trova assolutamente d’accordo è la seguente : “Se l’Italia rinuncia agli F35 è fuori dalla NATO”.
Come cittadino ho una profonda convinzione: L’Italia non è una potenza militare, e di soldi per gli armamenti nel mondo se ne spendono fin troppi.
Quanti mutilati ed invalidi nel mondo a causa delle armi. Bombe a grappolo, mine antiuomo, ecc. sono tuttora minacce in molti Paesi, spesso Paesi poveri.
L’Italia ha tanto bisogno investire nel “sociale”,  gli F35 non sono certo indispensabili, né prioritari alla sviluppo del Paese.

sabato 22 giugno 2013

Terremoto in Toscana, magnitudo 5.2. Trema il Nord, allestite due tendopoli - Il Fatto Quotidiano

Terremoto in Toscana, magnitudo 5.2. Trema il Nord, allestite due tendopoli - Il Fatto Quotidiano

IMU sulla prima casa.



 L’abolizione dell’IMU sulla prima casa, si doveva attuare con le risorse derivanti dai tagli sulla spesa pubblica, a quanto pare non sarà così.
Chi è proprietario di una seconda casa, si vedrà inasprire la quota IMU su questa. E’ evidente che avere più di una seconda casa (magari ereditata) comporterà un aggravio di spesa non indifferente.
Alcuni conoscenti, mi confidavano, che stanno seriamente pensando di vendere le loro secondo case, in considerazione dell’elevato peso fiscale che grava sugli immobili.
 

Roma, Cgil, Cisl e Uil insieme in piazza. Camusso: “Priorità è restituzione fiscale” - Il Fatto Quotidiano

Roma, Cgil, Cisl e Uil insieme in piazza. Camusso: “Priorità è restituzione fiscale” - Il Fatto Quotidiano

giovedì 20 giugno 2013

Prato, la consigliera Pd: “Extracomunitari ladri dovete morire subito” - Il Fatto Quotidiano

Prato, la consigliera Pd: “Extracomunitari ladri dovete morire subito” - Il Fatto Quotidiano

“Ici non pagata 4 anni, palestra abusiva”. Josefa Idem, ministro tedesco all’italiana? (video) - Il Fatto Quotidiano

“Ici non pagata 4 anni, palestra abusiva”. Josefa Idem, ministro tedesco all’italiana? (video) - Il Fatto Quotidiano

Diminuire i giorni di ferie.



Una proposta che ogni tanto riaffiora è quella di “diminuire i giorni di ferie dei lavoratori”. Un mese di ferie sarebbe eccessivo e dannoso per l’economia e la produttività aziendale. Chi ha passato una vita in fabbrica o in un ufficio, conosce la realtà quotidiana: Sveglia, recarsi al lavoro, tornare la sera a casa, cena, un poco di TV, poi a letto per ricominciare il giorno dopo. Si passa la metà della giornata, a volte di più fuori casa.
Poco tempo per la famiglia e per il tempo libero. Ci si ritrova in pensione, con i figli grandi, e la vita, il fiore della vita è passato.
Il mese di ferie è essenziale non solo per riposarsi ma soprattutto per passarlo con la propria famiglia.
La crisi economica e delle imprese, non è dovuta al mese di ferie dei lavoratori, le cause e le responsabilità vanno cercate altrove.
L’erosione dei diritti dei lavoratori non rilancia l’economia ma rischia di aggravarla ulteriormente.

martedì 18 giugno 2013

freeskipper: In Europa bisogna farsi sentire, basta sacrifici i...

freeskipper: In Europa bisogna farsi sentire, basta sacrifici i...: Basta sacrifici. Basta spremere i cittadini come limoni in nome del debito sovrano. Basta dire sempre "sì" all'Europa delle...

Crollo delle utopie.



“Si è imparato che l’utopia vive solo nell’infelicità del suo differimento, e muore invece nella sua realizzazione.
Si è persa la speranza non perché si crede che il suo oggetto non si realizzerà mai, ma perché una volta realizzata, non cambierebbe in realtà nulla”.
S. Quinzio

Metodo utopico



“Il metodo  dell’utopia è esercizio e gioco sui possibili laterali della realtà”.
R. Rujer

Monopoli.



“L’interesse dei monopoli viene fatto coincidere con quello dello Stato e così la corsa all’accaparramento di nuovi mercati cessa di essere un fatto tra privati e diviene una gara tra nazioni capitalistiche avanzate”.
G. Lehner

Aritmetica "elementare".



L’aritmetica non è un’opinione, come si può allora sostenere che la maggior flessibilità in uscita, consente  di creare nuovi posti di lavoro?

Immaginiamo che l’azienda X Spa decida di licenziare Caio e di assumere Tizio:
- 1  + 1 = O posti di lavoro creati.

Immaginiamo che l’azienda X Spa decida di licenziare Caio e di non assumere:
- 1 + O  =  - 1  (un posto di lavoro perso).

Immaginiamo che l’azienda X  Spa decida di assumere Tizio e Caio:
0 (licenziamenti) + 2 (nuovi posti di lavoro) = 2 nuovi posti di lavoro.  
Ma l’aritmetica non si insegna alle elementari?

Italia, Paese di emigrazione

Italia, Paese di emigrazione

La forza del "pensiero".



“Dai a un uomo abbastanza tempo per   pensare  e realizzerà qualunque cosa”. 
Anonimo.

Liberarsi..



 “Della nostra schiavitù non sempre sono responsabili gli altri: a volte siamo schiavi delle circostanze, altre della routine, altre ancora delle cose; e in certi casi quando la nostra volontà è debole di noi stessi”.
Richard   EVANS.

domenica 16 giugno 2013

PHILOSOPHY SENTENCE BY MOM



My mom's a  very caring and supporting friend, smart and chatty whenever necessary.
I spend load of time with her and never got bored.
Joking aside, she told me something witty about philosophy. I couldn't believe such a smart sentence was unknown.

Do you know this sentence?

"LA FILOSOFIA E' QUELLA COSA SENZA LA QUALE E CON LA QUALE TUTTO RIMANE TALE E QUALE!".


Buona Domenica e una serena Settimana.



Auguro a tutte le gentili visitatrici e a tutti i gentili 
visitatori: Buona Domenica e una serena Settimana.

La riforma completa della seconda parte della Costituzione



 La riforma completa  della seconda parte della Costituzione, riuscirà ad andare in porto?
Una domanda da porsi: Non sarebbe più opportuno procedere per gradi?
Ad esempio perché non tentare la strada dell’abolizione del “bicameralismo perfetto”?
In un secondo passaggio, passare alla riduzione del numero dei parlamentari.
La legge di gradualità, è legge di natura, perché non applicarla in politica?

venerdì 14 giugno 2013

Riorganizzarsi...



“Spesso facciamo fronte a situazioni nuove riorganizzandoci: quale modo migliore per creare l’illusione del progresso, dando origine a disorientamento, inefficienza e sfiducia!”
G. Petronio.

Gridare: Non serve.




“Chi sa veramente non ha motivo di gridare.”
Leonardo da Vinci.

L' economista



L’ economista per molti versi mi ricorda l’inviato di un giornale, entrambe le figure sono necessarie. Quelli capaci possono dirci con esattezza dove siamo. I migliori in assoluto possono spiegarci come ci siamo arrivati. Entrambi però non saranno in grado di indicarci come faremo ad andare dal punto nel quale ci troviamo al punto che vorremmo raggiungere. 
Anonimo

Cambiare il passato...



“Chi crede che non si possa cambiare il passato non ha ancora scritto le sue memorie.”  
Torvald  GAHLIN

INSEGNARE...



L’arte di insegnare è l’arte di destare la curiosità naturale delle giovani menti allo scopo di appagarla in seguito.
Anatole France.

Scopri...



“Scopri di più  su una persona in un’ora di gioco che in anno di conversazione”.
Platone

Grazie - GIOVANNI.



 Ieri sera, con un gruppo di amici, abbiamo festeggiato (come ogni anno) il compleanno di Giovanni.
Giovanni ha 81 anni ma è arzillo come una lepre.
Assiste spesso alle sedute del Consiglio di Circoscrizione.
Assiste alle riunione delle Commissioni di Circoscrizione.
Quando vede qualcosa che non gli quadra scrive e fa sentire sua voce. Ecco un cittadino attivo. Ecco un cittadino che fa politica anche senza essere iscritto ad un partito. Se di Giovanni ce ne fossero migliaia, sicuramente in politica qualcosa cambierebbe.
Giovanni “partecipa” ecco il segreto.
Giovanni non delega in bianco.
Giovanni controlla e se serve protesta.
Tanti e tanti anni ancora a Giovanni per lui e per l’aiuto concreto che fornisce alla collettività nella quale vive.

Miracoli



“L’epoca dei miracoli è passata?L’epoca dei miracoli è eterna.”   
Thomas  CARLYLE.

Il maltempo.



“Il maltempo è proprio quello che ci vuole per ricordare all’uomo che in realtà non è lui a comandare.”
Anonimo

Idee nuove e facce nuove.



Alle varie trasmissioni televisive che trattano dei problemi del Paese, spesso partecipano eminenti politici. Ascoltandoli la mia impressione, è che pur con parole diverse, finiscano per esprimere concetti non molto abbastanza simili.
Se voglio sentire  qualcosa di originale, debbo andare sui Blog o sui giornali on – line. Mi chiedo ma perché a queste rinomate trasmissioni televisive, non si fanno intervenire personaggi “sconosciuti”? Ad esempio blogger o  cittadini impegnati nel sociale. Un faccia a faccia fra un cittadino e un leader: Domande e risposte.  In un momento come l’attuale, dare voce a chi voce non ne ha, sarebbe un segnale forte che potrebbe dare risultati inimmaginabili.
Facebook, Twitter, i blog, sono da tempo voci  importanti e in continua crescita. Tante potenzialità, tante capacità si affacciano alla ribalta e propongono tesi nuove  e alternative. Sono convinto che sempre più i partiti, dovranno tenere conto di queste voci, voci sempre più forti e difficili da ignorare.
Leggendo i vari blog, mi rendo conto del vivaio di potenziali nuovi leader che esiste in Italia. Ricambio, forze nuove, personaggi nuovi.
 Il nuovo a mio avviso non dipende tanto dall’età, quanto dalla freschezza ed originalità delle idee e soprattutto dalla condivisione dei problemi. Lavoratori, pensionati, studenti, ecco il serbatoio dal quale i partiti nuovi e vecchi debbono attingere. La politica deve diventare un servizio. La competenza non si acquista restando seduti a vita in un seggio parlamentare. La competenza la si acquista nella società e condividendo i problemi. Chi non condivide i miei problemi non li conosce, ergo non è in grado di rappresentarli e tradurli in leggi popolari.
La sovranità appartiene al popolo, e la sovranità implica che lavoratori, pensionati,ecc., entrino massicciamente in Parlamento.


La FEDE.



 “Per coloro che credono in Dio, nessuna spiegazione è necessaria; per coloro che non credono in Dio, nessuna spiegazione è possibile.”
Reverendo John  La  FARGE , S.J.

A un pranzo.



 “A un pranzo si deve mangiare con giudizio, ma non troppo bene, e parlare bene, ma senza troppo giudizio.” 
Somerset   MAUGHAN

Cose "nocive"



 “Non sarebbe più semplice isolare ed etichettare le poche cose che non sono nocive alla salute? “ 
Anonimo

SCRIVERE...



 “Certe volte penso che scrivere sia come condurre un gregge  lungo una strada. Se c’è un cancello a sinistra o a destra, è quasi sicuro che i lettori vi entreranno.”
C.S.Lewis

Il GIARDINO.





“Tutte le malinconie sfumano in un giardino”.
F. Garcia  Lorca


Che m'importa dell'imperatore?




 “Aro il campo ed ho da mangiare, scavo il pozzo e ho da bere, che m’importa dell’imperatore?”
Antico detto dei contadini cinesi.

I "voti"



 “In realtà i voti si contano, non si pesano; del resto non può farsi diversamente in una pubblica assemblea, laddove nulla è tanto ineguale quanto l’ineguaglianza stessa”.
Plinio il Giovane

Parole "chiave"



“Gli ambiziosi per i quali l’obiettivo è il potere, sono sempre alla ricerca di parole chiave. Afferrano ciò che qualcuno dice casualmente in società e se lo aggiustano come una specie di presagio […] Staccano la parola dal suo autore e la girano da tutte le parti finché essa raggiunge un qualcosa di assoluto: come se venisse da una forza superiore, al solo fine di servirsene”.
E. Canetti

Imperialismo



L’imperialismo […] è il prodotto naturale della pressione economica di un improvviso aumento del capitale, che non può trovare impiego in patria e ha bisogno di mercati stranieri per i beni e gli investimenti”.
J. A. Hobson

mercoledì 12 giugno 2013

L'amore...



 “L’amore non si esprime a comando; non può essere chiamato come un cane dal padrone. L’amore è autonomo; obbedisce solo a se stesso.”
Robert  C. MURPHY.

Prevenire i roghi estivi.



L’esercito romano – per secoli impostato sull’unità strategica della legione – in tempo di pace, veniva impiegato in lavori pubblici: Costruzione di strade, acquedotti, ponti. Il legionario romano oltre ad esser un formidabile guerriero era anche uno “specialista”. 
Come cittadino mi chiedo: perché non imitare i nostri antenati? 
Ogni anno nei mesi estivi in Italia i roghi, spesso dolosi, provocano enormi danni al nostro patrimonio boschivo. 
Ogni anno regolarmente sempre stesso problema. Mi chiedo perché non impiegare reparti dell’Esercito per pattugliare e controllare i boschi. 
Oltre a costituire un’ottima forma di addestramento, si scoraggerebbero i piromani, un bosco presidiato da soldati addestrati sarebbe un efficace deterrente. Mi chiedo ma perché non provare?

Heinrich Schliemann : Un uomo eccezionale.



Heinrich Schliemann (Neubukow, 6 gennaio 1822 – Napoli, 26 dicembre 1890) era un imprenditore ed archeologo tedesco.
Il suo contributo all’ archeologia è stato eccezionale: Scoperta di Troia e del c.d. tesoro di Priamo.
Il padre gli trasmise l’ interesse per le antiche civiltà. Nel 1829 gli veniva regalato un libro di storia per bambini che conteneva l’immagine di Troia in fiamme, quell’ immagine avrebbe influenzato grandemente la sua vita.
Abbandonati gli studi nel 1836   iniziava l'apprendistato presso un piccolo commerciante di Furstenberg.
Dopo cinque anni e mezzo dovette interrompere l'apprendistato a causa di un incidente sul lavoro che ne minò la salute. Nel 1841si trasferì ad Amburgo dove non riuscì a trovare un lavoro stabile.
Lavorava come fattorino ad Amsterdam.
Da solo imparò, l' inglese, il francese, l’italiano e il russo.
La  Guerra di Crimea, del 1853 gli portò ulteriori ricchezze, in quanto fornitore dell’esercito dello  Zar. Decise di studiare altre lingue: Spagnolo, arabo ed ebraico. Nel 1868 si ritirava dagli affari per inseguire la sua passione:L’archeologia.
Nei pressi della collina di Hissarlik iniziò la ricerca delle mura di Troia con la collaborazione di Frank Calvert, viceconsole britannico. L'archeologo tedesco incentrava le proprie ricerche sulla collina di Hissarlik, un'altura in posizione favorevole per una roccaforte, dalla quale si poteva dominare tutta la piana circostante; seguendo le indicazioni e le descrizioni dei testi omerici, il 4 agosto 1872 Schliemann rinvenne vasellame, oggetti domestici, armi e anche le mura e le fondamenta non di una sola città, quella di  Priamo, ma di ben altre otto città diverse, costruite l'una sulle rovine dell'altra (i risultati delle ricerche furono resi noti nel 1874 nell'opera Antichità troiane). Ho voluto dedicare un post a questo uomo eccezionale per due motivi:
- E’ la dimostrazione di quanto sia importante la forza di volontà.
- E’ la dimostrazione che l’ uomo può raggiungere con i suoi “talenti”, risultati a prima vista impossibili.